Main menu
15/11/17

Laboratorio di incisione

Martedì 21 novembre 2017
IL DISEGNO. Un’esperienza di Accademia in Museo 
LABORATORIO DI INCISIONE
guidato dal maestro Franco Bassignani 

Martedì 21 novembre dalle ore 9 alle 12.30, l’appuntamento settimanale organizzato dal museo ospita un evento speciale: il laboratorio di incisione. 

L’attività laboratoriale guidata dal maestro Bassignani è indirizzata ad acquisire, partendo dal disegno, i concetti di positivo e negativo, di matrice in rilievo o in cavo, di tecnica incisoria diretta o indiretta. È prevista la realizzazione di acqueforti con l’impiego di lastre di zinco, di vernici cerose e di acidi per scavare le matrici metalliche (morsura).

L’esperienza si conclude con l’acquisizione del funzionamento del torchio calcografico, e con la realizzazione di piccole stampe.

Il costo comprensivo di ingresso e materiali (carta, acidi, inchiostri, lastra metallo) è di € 15,00 a persona.


Prenotazioni e informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 0376 352124


 Ai partecipanti è consigliato portare:
- un grembiule e vestiti adatti all’uso di inchiostri e acidi
- uno studio preparatorio o semplice disegno su carta della dimensione di cm 10 x 15 che verrà poi utilizzato per essere riprodotto  sulla lastra metallica (per esempio: paesaggio, fiore, piccolo animale o piccolo oggetto)

Leggi tutto...
07/11/17

Sciopero nazionale generale

Si informa il pubblico che, a seguito della proclamazione dello sciopero generale da parte di alcune sigle sindacali per l’intera giornata di venerdì 10 novembre, il percorso di visita del Museo di Palazzo Ducale potrà subire delle riduzioni.
È comunque garantita la visita del Castello di San Giorgio e della Camera degli Sposi.
Leggi tutto...
03/11/17

CONTEMPORARY ART IN HISTORICAL SITES

CONTEMPORARY ART IN HISTORICAL SITES 
Convegno annuale di museologia

organizzato da

Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova 

Gallerie Estensi di Modena

Museo di Palazzo Reale di Genova

Musei Reali di Torino



Dalla cooperazione di quattro dei nuovi musei autonomi, l’idea di organizzare un convegno annuale dedicato a specifici temi di museografia contemporanea, ospitato a rotazione da uno dei musei organizzatori.

Il tema di quest'anno è l’integrazione dell’arte contemporanea nelle collezioni di arte antica. Il convegno si svolge in in due giornate: la prima - programmata per venerdì 17 novembre e aperta al pubblico - caratterizzata dalla presenza di esperti di fama internazionale. La seconda, solo su invito, dedicata al confronto delle esperienze fatte dagli enti organizzatori e alla discussione delle problematiche affrontate.  

Il convegno intende approfondire le relazioni che s’instaurano fra gli ambienti storici e le opere di arte contemporanea, poiché ogni intervento artistico nei percorsi museali ne altera la narrativa. Quali sono le motivazioni curatoriali che portano a scegliere un’intervenzione contemporanea nelle gallerie permanenti? Che cosa porta l’antico al contemporaneo? E che cosa offre il contemporaneo all’antico? Quali sono le modalità, i rischi del confronto tra antico e moderno? Come si riesce ad instaurare un dialogo aperto tra vecchio e nuovo nel rispetto dei valori e della storicità delle opere del passato? Il convegno intende innescare un confronto diretto su queste questioni, che i relatori analizzeranno da punti di vista e esperienze diverse.

Il convegno si terrà in lingua inglese.

 


Programma

Atrio degli Arcieri, ingresso da piazza Lega Lombarda


ore 13
Saluto di benvenuto e introduzione al tema del convegno da parte dei Direttori dei Musei organizzatori 
Peter Assman Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova 
Martina Bagnoli Le Gallerie Estensi Ferrara, Modena, Sassuolo 
Serena Bertolucci Museo di Palazzo Reale di Genova 
Enrica Pagella Musei Reali di Torino 

ore 14                                                             
Interventi dei relatori 
Antonio Lampis Direttore Generale Musei 
Pieranna Cavalchini Curatrice Isabella Stewart Gardner Museum di Boston 

[ore 16 - Coffee break]

ore 16.30 
Interventi dei relatori 
Artan Shabani Direttore Galleria Nazionale di Tirana 
Peter Pakesch Direttore Fondazione Maria Lassnig di Vienna 

ore 18.30
Dibattito pubblico 


Segue aperitivo

 

Scarica la cartolina

 

Info

Segreteria di Direzione Complesso museale Palazzo Ducale di Mantova

tel. 0376 352104 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Leggi tutto...
31/10/17

Giardini cosmici. Aldo Grazzi / Maurizio Donzelli

LaGalleria spazio Arte contemporanea Palazzo del Capitano

Con installazioni in Corte Vecchia

GIARDINI COSMICI

Aldo Grazzi / Maurizio Donzelli

 

Mostra a cura di Peter Assmann e Renata Casarin

Inaugurazione: 10 novembre ore 18.00

Apertura mostra: dall’11 novembre al 4 febbraio 2018

 

Il recinto, il numero, il tempo, l’elezione del sito appartengono alla storia di ogni  giardino che è il primo luogo abitato dall’uomo e cui l’uomo che ne è stato estromesso agogna ritornare.

Per gli antichi persiani il termine paradeis significa giardino: paradiso è giardino e giardino è paradiso, cercato dall’uomo e abitato dal divino.

Gli spazi verdi di Palazzo Ducale di Mantova partecipano della simbologia del giardino e costituiscono, nella stratificazione delle fabbriche del Palazzo dei Signori Gonzaga, il luogo di per se stesso protetto dove soggiorna il sogno di chi coltiva l’ascesa alle virtù e mira alla perfezione morale. Partendo da questi assunti Aldo Grazzi e Maurizio Donzelli presentano nello spazio LaGalleria arte contemporanea del Complesso Museale la mostra Giardini cosmici. Le opere dei due artisti condividono nella differenziazione dei linguaggi la predisposizione alla visionarietà, all’onirico, alla costruzione - mediante tecniche raffinate - di mondi nei quali gettare il nostro sguardo. 

Aldo Grazzi, mantovano di origine, da tempo si divide tra Venezia e Perugia; Maurizio Donzelli vive e lavora a Brescia: per entrambi l’arte è il campo dove proiettare l’immaginario che prolifica nei recessi dell’io. I Mirrors di Donzelli sono dei mutanti che attraggono al loro interno il riguardante, lo seducono, lo ingannano, mai lo respingono. Le figure che escono dall’ombra di reti ricamate per cesura di fili e dagli intrecci sapienti di minute perline nei lavori di Grazzi hanno, allo stesso modo, la proprietà di destare e amplificare insieme la dimensione estetica di cui abbiamo necessità per poter vedere oltre, e abitare i mondi cosmici e perfetti del fantastico.

 

LaGalleria, Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova, Palazzo del Capitano, piazza Sordello 42A, Mantova

11 novembre 2017 / 4 febbraio 2018

Orari di apertura: da martedì a domenica, 14.00 – 19.00

Ingressi: da martedì a sabato ingresso libero / domenica e festivi ingresso con biglietto del Museo di Palazzo Ducale

Con installazioni in Corte Vecchia (ingresso con orari e biglietti Corte Vecchia)

Leggi tutto...
27/10/17

Segni d'Infanzia XII Festival teatro arte spettacolo

Anche quest'anno i Servizi Educativi del Museo di Palazzo Ducale propongono un nuovo percorso didattico tematico in occasione del Festival internazionale del Teatro per l'Infanzia, che si terrà a Mantova dal 28 ottobre al 5 novembre 2017.

ISABELLA CHIOCCIOLINA è il titolo del percorso ideato da Renata Casarin e Lara Zanetti e condotto da Arianna Maiocchi e Lara Zanetti per far scoprire ai bambini dai 6 ai 14 anni la storia di Isabella d'Este, che trasferendosi da Ferrara a Mantova, porta con sè la sua "casa": un bagaglio di cultura che approfondisce alla corte del marito dedicandosi allo studio e alle pratiche artistiche.

Nel laboratorio didattico, dopo aver visitato gli spazi isabelliani, i bambini costruiranno un pop-up con la casetta di “Isabella chiocciolina”.

Durata: 120 minuti

Mercoledì 1, sabato 4 e domenica 5 novembre alle ore 10.00 e alle ore 15.00

Giovedì 2 e venerdì 3 novembre alle ore 10.00

Prenotazioni alla biglietteria di Segni d'Infanzia: tel. 0376 1514016, online www.vivaticket.it/ita/festival

 

 

IL VIAGGIO CON LA CASA APPRESSO

La mia casa mi dice: “Non lasciarmi, perché è qui che dimora il tuo passato”.
E mi dice la strada: “Vieni e seguimi, perché sono io il tuo futuro”.
E io dico alla casa e alla strada: “Non ho passato né futuro. Se resto c’è un andare nel mio rimanere; se vado, c’è un restare nel mio andarmene.
(Khalil Gibran)

Il guscio della chiocciola è una casa portatile, nella cui immagine possiamo proiettare l’attaccamento di Isabella d’Este alla città natale e alla propria famiglia d’origine, che non esitò però ad abbandonare per ricoprire un nuovo ruolo, quello di moglie e di marchesana, al fianco di Francesco II Gonzaga. Mantova l’accolse festosa nell’inverno del 1490, quando sbarcò dal bucintoro all’inizio di un percorso esistenziale prospero di  incontri e di tappe importanti. La figlia del duca di Ferrara, desiderosa di conoscenza e grande appassionata d’arte, si dilettò assai nella lettura quale veicolo per raggiungere mondi lontani e culture diverse dalla propria, per compiere un affascinante cammino alla scoperta dell’ignoto, di quanto ancora non appreso. Tale propensione della principessa estense è altresì confermata dai dipinti raffiguranti lontane città che ella volle eseguiti sotto una delle logge aperte sul Cortile d’Onore di Corte Vecchia, insieme alla propria, indimenticabile, Ferrara.

La figlia di Ercole d’Este non rinunciò alla presenza nelle proprie stanze dello stemma degli estensi. Per l’emblema araldico del padre manifestò profondo attaccamento: i colori della sua casata furono impiegati per decorare i soffitti lignei intagliati e montati negli appartamenti in cui dimorava.

L’iscrizione latina che aggira il Giardino Segreto descrive i momenti più eclatanti nell’esistenza di Isabella, che così si dichiara nipote del re di Napoli Ferrante d’Aragona, presso il quale trascorse piacevoli momenti nell’età infantile, figlia e poi sorella di coloro che ebbero il titolo di duchi a Ferrara, (Ercole e Alfonso suo fratello), infine moglie e madre di principi Gonzaga.

Come Isabella d’Este dimostra, non si viaggia soltanto per visitare monumenti, musei, templi o palazzi. Non si viaggia unicamente per attraversare paesaggi o esperire condizioni naturali ancora sconosciute. Si viaggia per apprendere mondi interiori: nei ristagni della mente, negli intimi grovigli che stringono il cuore. Intraprendere un viaggio  significa procedere, mettere un passo davanti all’altro per spostare l’orizzonte un po’ più in là, ancora un po’ più avanti per ridisegnare ogni volta i sempre angusti confini personali.

 

 

Leggi tutto...
17/10/17

COSTRUIRE, ABITARE, PENSARE

Costruire, abitare, pensare

Sabbioneta e Charleville città ideali dei Gonzaga

  

Mantova, Palazzo Ducale, Castello di San Giorgio

22 ottobre 2017 – 2 aprile 2018

  

Le città ideali dei Gonzaga – Il concetto della mostra

 

La mostra (il cui titolo è una ripresa da Martin Heidegger) pone l’accento, per la prima volta, intorno alle città ideali dei Gonzaga, ovvero ai due centri urbani realizzati sostanzialmente ex novo nel giro di un cinquantennio da due figure emblematiche quali Vespasiano Gonzaga, signore di Sabbioneta, e Carlo I Gonzaga Nevers, duca di Nevers, Rethel, poi anche di Mantova e del Monferrato, e fondatore di Charleville, in Francia. Il concetto prende vita da una riflessione sul significato della città ideale, che è stato un momento altissimo di filosofia nel cuore del Rinascimento, con esiti fondamentali nelle lettere e nelle arti. Per questo motivo il primo ambiente dell’esposizione vuole essere un confronto tra alcune opere di straordinaria importanza anche per comprendere questo valore fondante che è alla base dei cantieri di Sabbioneta e Charleville: la Città ideale di Urbino, dipinto imprescindibile per la storia dell’arte, accompagnato da alcuni testi chiave per approfondire il pensiero che sta alla base di questa visione urbanistica. Le sale successive si dividono tra le due città, con un continuo rapporto tra la figura del “conditor”, il motivo ispiratore della “città ideale” e il costruito. Così, anzitutto, per Sabbioneta. La sala al di sotto della Camera Picta di Mantegna accoglierà un grande modello della città, realizzato con moderne tecnologie dal Politecnico di Milano, con il quale sarà possibile interagire per approfondire la struttura del centro urbano. Tutt’attorno oggetti ed opere d’arte per delineare la sua statura intellettuale e la sua vita: il confronto tra un ritratto dello stesso Vespasiano con quelli di Giulia Gonzaga (la bellissima contessa di Fondi, che tanta parte ebbe nell’educazione del duca di Sabbioneta) e di Vincenzo I Gonzaga (il quarto duca di Mantova, con il quale vi fu grande rivalità). Quindi alcuni oggetti appartenuti al signore di Sabbioneta (tra i quali libri e un piccolo scrigno), in una sorta di Wunderkammer, e una parete dedicata alla sua sepoltura, al rinvenimento del Toson d’Oro e alle indagini paleoantropologiche sui suoi resti mortali. Gli ambienti successivi sono dedicati a due aspetti di grande interesse per la comprensione di Sabbioneta: la colonna ora posta di fronte al Palazzo del Giardino e il Teatro all’Antica (con riferimenti al Palazzo Ducale e alla Sala degli Antenati di Vespasiano, con la valorizzazione di una serie di calchi dei bassorilievi originali, realizzati in occasione della Mostra Iconografica Gonzaghesca del 1937). Segue quindi la sezione dedicata a Charleville, con numerosi dipinti e oggetti provenienti da diversi musei francesi. L’attenzione si sviluppa su un duplice binario: la descrizione del duca e della sua famiglia e la narrazione dello sviluppo della città. Questo attraverso dipinti, disegni, incisioni, documenti e elementi architettonici (lapidi, targhe di fondazione, mattonelle) provenienti dai domini francesi dei Gonzaga. Saranno inoltre presenti due modelli di Charleville: uno della città, realizzato in occasione della mostra grazie al Politecnico di Milano, e uno del Vieux Moulin, proveniente dal Museo delle Ardenne e adatto ad essere esplorato e percepito anche dai non vedenti. Si vorranno sottolineare anche alcuni aspetti legati alla presenza di Carlo I Gonzaga Nevers a Mantova, e per questo, tra l’altro, verranno esposti anche un falcione della guardia gonzaghesca, recentemente acquisito dal museo, e la parziale ricostruzione dello studiolo di Isabella d’Este con il riposizionamento degli elementi lignei originali voluti da Carlo I tra 1628 e 1637. Di particolare interesse, pur trascendendo il focus sulla città ideale e l’ambito temporale del Rinascimento, sarà il ricordo di Arthur Rimbaud: il grande poeta francese, infatti, era originario di Charleville e a lungo abitò nel Vieux Moulin gonzaghesco. Un’ultima sezione sarà dedicata al concetto di città ideale ai nostri giorni, con numerosi esempi di aggregati urbani progettati e realizzati ex novo. Sezione che si ricollega idealmente alla prima, e a cui fa specchio, per proseguire nella contemporaneità il discorso della città ideale, e che si avvale in maniera significativa dell’apporto del Politecnico di Milano, che è una delle realtà portanti della presente mostra.

 

La mostra ha visto la collaborazione di diversi gruppi di lavoro: dal Politecnico di Milano alle Università di Verona e di Lleida, nonché del Museo delle Ardenne. Oltre settanta opere giungeranno dall’Italia, dalla Francia e dall’Austria, in un clima ideale di perfetta collaborazione tra vari paesi dell’Unione Europea.

 

Sarà edito un ampio catalogo con numerosi saggi di carattere storico, storico artistico e di storia dell’architettura. Al suo interno sarà presente anche una sezione dedicata a Casale Monferrato, altra capitale di uno Stato gonzaghesco, che nell’ultimo scorcio del Cinquecento vide sorgere la più potente cittadella d’Europa, anche questa, attraverso la sua struttura regolare, simmetrica e funzionale, ispirata ai dettami architettonici suggeriti dalla riflessione sulla Città ideale.

 

Comunicato stampa e progetto scientifico

 

Inaugurazione: sabato 21 ottobre 2017 ore 18

Biglietteria e orari di apertura: 22/10/2017 - 2/04/2018

Dal martedì alla domenica 8.30 – 19.15 (ultimo ingresso 18.30)

Apertura biglietteria 8.15 – 18.20

Biglietto intero € 12, ridotto € 7,50

 

Leggi tutto...
17/10/17

Lumi di Chanukkah

Lumi di Chanukkah

da Mantova a Casale Monferrato

 

A cura di Renata Casarin

20 ottobre 2017 – 8 dicembre 2017

Corte Vecchia – Corridoio del Capitano

Inaugurazione: 19 ottobre 2017 ore 18.00

 

Alcune immagini dall'inaugurazione della mostra di giovedì 19 ottobre 2017, girate da Alessandro Colombo dell'Ufficio stampa.

 

La mostra si propone come la seconda parte del dittico I lumi di Chanukkah. Da Casale Monferrato e Mantova. Nella precedente edizione, tenutasi nel 2016, Palazzo Ducale aveva accolto e mostrato al grande pubblico una selezione delle chanukkiot, oggetti rituali appartenenti al rito ebraico, provenienti dal Museo dei Lumi di Casale Monferrato, create da designer e artisti di fama mondiale.

Per questa seconda edizione, molti degli artisti contemporanei mantovani, già protagonisti l’anno scorso della mostra Mantovarte 2016 Studi aperti, hanno raccolto l’invito di Peter Assmann e Renata Casarin di ideare e realizzare una personale interpretazione di chanukkiot, i tradizionali candelabri con nove luci che celebrano la ricorrenza ebraica di Chanukkah, la Festa delle Luci.

Ogni artista ha dunque appositamente realizzato una propria opera inedita mediante le singole specifiche tecniche e cifre stilistiche, andando così a costituire un significativo nucleo tematico che si caratterizza da un lato per la molteplicità delle ricerche espressive, dall’altro per l’attenta meditazione e pregnante interiorizzazione ad opera degli artisti, protagonisti di un soggetto rituale tanto intenso.

Dopo la rassegna presso il Palazzo Ducale, le opere degli autori mantovani saranno esposte al Museo dei Lumi di Casale Monferrato, che conta una straordinaria collezione di chanukkah. La mostra, organizzata dalla Fondazione Arte Storia e Cultura Ebraica a Casale Monferrato e del Piemonte Orientale Onlus, in collaborazione con il Comune di Casale Monferrato nella persona del sindaco Concetta Palazzetti, inaugurerà il 17 dicembre in concomitanza con la festa rituale di Chanukkah. Sarà curata da Daria Carmi, assessore alla Cultura del Comune, nonché membro della Comunità Ebraica di Casale Monferrato, e da Renata Casarin, vice direttrice del Complesso Museale di Palazzo Ducale di Mantova.

Le originali creazioni, a conclusione della mostra, entreranno a far parte della collezione del Museo dei Lumi, a titolo di donazione dei maestri mantovani.

 

Gli artisti presenti:

Claudio Baroni   

Franco Bassignani

Edoardo Bassoli

Giuseppe Billoni

Romano Boccadoro

Gianni Bondavalli

Carlo Bonfà

Caterina Borghi

Viviana Buttarelli

Enrico Camontelli

Ferdinando Capisani

Emanuela Cerutti

Sonia Costantini

Antonella Gandini

Franco Girondi

Antonio Haupala

Andrea Jori

Italo Lanfredini

Hikari Miyata

Giuliana Natali

Teresa Noto

Gianni Osgnach

Loredana Pasini

Beatrice Pastorio

Giuseppe Rovesti  

Lorella Salvagni

Afro Somenzari

Ida Tampellini

 

 

 

Orari di apertura

Dal martedì al sabato 8.30 – 19.15 (ultimo ingresso 18.30)

Domenica 13.45 – 19.15 (ultimo ingresso 18.30)

Apertura biglietteria 8.15 – 18.20

Ingresso con biglietto Corte Vecchia € 6,50.

 

Leggi tutto...
04/10/17

Il laboratorio di disegno apre anche al sabato

IL DISEGNO

UN’ESPERIENZA DI ACCADEMIA IN MUSEO

Sabato 4 novembre 2017

 

Ritorna l’appuntamento del laboratorio di disegno aperto al pubblico del primo sabato del mese, la nostra tutor Chiara Reggiani del Laboratorio di restauro sarà a disposizione dei partecipanti dalle ore 9.30 alle 12.00, per far conoscere le diverse tecniche artistiche e far provare l'esperienza del disegno dal vero.

Si trarrà ispirazione dalle decorazioni dei meravigliosi ambienti del palazzo e nelle preziose collezioni del museo.

Ingresso con biglietto del museo di Corte Vecchia o abbonamento annuale + biglietto didattica € 5

Info: tel. 0376 352124 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Gli appuntamenti del laboratorio di disegno si tengono anche ogni martedì dalle ore 9.30 alle 12.30.

 

Leggi tutto...
25/09/17

Rubino va al museo

Servizio di dog-sitter al Palazzo Ducale per gli amici a quattro zampe


L’iniziativa, forse in questo momento unica in Italia, nasce dal desiderio di andare incontro alle richieste dei visitatori in possesso di cani e prevede l’istituzione di un luogo protetto dove collocare i loro animali che saranno lasciati in custodia al personale volontario dell’Associazione Gattorandagio ONLUS Mantova.

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, che quest’anno hanno per tema il rapporto Cultura e Natura, il Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova ha presentato l’innovativo servizio di dog-sitter promosso dalla Associazione Amici Veri di Mantova, associazione aderente a Confedilizia presieduta dall’Avv. Cristiana Moretti.

Il servizio è provvisto di specifica copertura assicurativa.

L’area individuata è il cortile ex Scuderie Reali, di via Teatro Vecchio, nelle adiacenze della biglietteria del Palazzo Ducale. Si tratta di un’area verde demaniale, attrezzata per l’occasione, provvista di alberi, dove i cani assistiti dai volontari potranno tranquillamente attendere il ritorno dei loro padroni.

Il servizio sarà svolto ogni prima domenica del mese, a partire da domenica 1° ottobre,  con i seguenti orari: 9.00 – 12.00 e 14.00 – 18.00, al costo di € 5,00.

Gli introiti saranno devoluti all’Associazione Gattorandagio ONLUS Mantova.

Le postazioni sono 10; è consigliabile pertanto la prenotazione telefonica al numero 333.8239112  o via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Scarica la brochure

 

 

Leggi tutto...
19/09/17

Giornate Europee del Patrimonio #GEP2017

Giornate Europee del Patrimonio #GEP2017

 

Anche quest’anno il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo aderisce alla manifestazione promossa dal Consiglio d’Europa  e dalla Commissione Europea dal 1991: l’edizione 2017 ha come tema #Culturaenatura.

 

Nell’occasione, il Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova sarà aperto:

- Sabato 23 settembre dalle 8.15 alle 19.15 (biglietteria 8.15 – 18.20 ) con biglietto di ingresso ordinario e dalle 19.15 alle 22.15 (biglietteria 18.30-21.20) con biglietto di ingresso promozionale a € 1,00

In serata sarà possibile accedere a Corte Nuova, altrimenti chiusa al pubblico per le riprese della serie tv “I Medici: Masters of Florence”: eccezionalmente, dalle ore 20 alle 22 Renata Casarin e Gianfranco Ferlisi illustreranno ai visitatori i luoghi nei quali è allestito il set della produzione internazionale, giunta alla seconda stagione.

L'iniziativa è in programma anche la serata precedente, venerdì 22 settembre, sempre dalle 20 alle 22.


- Domenica 24 settembre con orario e bigliettazione ordinaria.

 

 

 

Leggi tutto...
11/09/17

Il disegno

Ogni martedì mattina appuntamento fisso con il Laboratorio di disegno in museo per imparare le diverse tecniche artistiche e provare l'esperienza del disegno dal vero. 
Si troverà ispirazione nelle decorazioni dei meravigliosi ambienti del palazzo e nelle preziose collezioni del museo.

Vi aspettiamo a partire da martedì 12 settembre dalle ore 9.30 alle ore 12.30.
Ingresso con biglietto del museo di Corte Vecchia o abbonamento annuale + biglietto didattica € 5
Info: tel. 0376 352124 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...
04/09/17

ASSEMBLEA DEL PERSONALE

5 settembre 2017

ASSEMBLEA del PERSONALE

 

 

Si informa il pubblico che in data odierna dalle ore 12.30 alle ore 14.30 si svolgerà una assemblea del personale del Complesso museale di Palazzo Ducale.

In tale orario si garantisce l’apertura del Castello di San Giorgio con la Camera degli Sposi e dell’Appartamento di Isabella. Potrebbero verificarsi disagi nella visita del restante percorso museale.

Leggi tutto...
31/08/17

Che resta | Was bleibt | Quello che rimane

LaGalleria spazio Arte contemporanea Palazzo del Capitano

 

CHE RESTA

WAS BLEIBT

QUELLO CHE RIMANE

 

Mostra a cura di Peter Assmann e Renata Casarin

Inaugurazione: 8 settembre ore 18.00. Apertura mostra: dal 9 settembre al 5 novembre 2017.

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann sono cinque artisti che risiedono e operano a Lipsia, muovendo dalla necessità di condividere un’idealità dell’arte senza negare la dimensione emotiva e sensoriale del fare creativo, sino a procedere all’investigazione del concetto di opera d’arte attraverso la dimensione epocale che contempla insieme passato, presente e futuro.

Per mezzo dei linguaggi della scultura, della pittura, del papercutting, della stampa e dell’incisione, le loro espressioni rivelano connessioni inaspettate che conducono al denominatore comune della Narrazione viva.

 --------------------------------------------------------------------------

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann live and work in Leipzig. Their artistic reflection starts from the necessity to take part in a concept of art idealism without denying an emotive and sensorial dimension conveyed to creative act, to achieve the pure concept of the artwork through a major dimension compounding past, present and future.

By artistic languages such as scuplture, painting, paper cutting, prints and woodcut their expressions reveal unexpected connexions that lead to a lively Narrative Art as common denominator.

 

CHE RESTA WAS BLEIBT QUELLO CHE RIMANE

LaGalleria, Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova, Palazzo del Capitano, piazza Sordello 42A, Mantova

9 settembre / 5 novembre 2017

Orari di apertura: da martedì a domenica, 14.00 – 19.00

Ingressi: da martedì a sabato ingresso libero / domenica e festivi ingresso con biglietto del Museo di Palazzo Ducale

 

Mostra a cura di Peter Assmann e Renata Casarin

Ufficio Mostre: Renata Casarin

Segreteria organizzativa: Elena Montanari

Ufficio Comunicazione e Stampa: Renata Casarin con Ylenia Apollonio e Alessandro Colombo

Allestimento: Antonio Giovanni Mazzeri con Alice Festa e Benedetta Grigoli

Ufficio Tecnico: Fabrizio D’Amato con Franco Sacchetti

Progetto grafico: Sigla Comunicazione | Sigla.it

Supporto tecnico: Cristina Garilli, Giuseppe Loreto, Niccolò Tasselli, Coffani Restauri snc di Archinto e Gabriele Araldi con Lara Boccalari - Castellucchio, Impianti elettrici Gabbioli srl - Levata di Curtatone

Assicurazione: Unipol Sai Quistello - Sandro Zapparoli

Trasporti: Kunsttransporte Dresden

Catalogo: Tre Lune edizioni

Sorveglianza: Personale del Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova

 

Leggi tutto...
31/08/17

GranBallo in Manto

I balli ottocenteschi ritornano ad animare il fastoso ambiente della Sala di Manto, destinato dai Gonzaga ai grandi eventi di Corte. È in questo luogo che sabato 16 settembre a partire dalle ore 20.00 prende avvio il programma della serata che culminerà con il GranBallo, coordinato dal maestro Storchi, raffinato interprete dei balli storici legati alla cultura romantica dell’Ottocento.

La serata sarà aperta dal benvenuto agli ospiti del Direttore Peter Assmann, cui seguirà una performance di arte acrobatica nel Cortile del Castello. L’evento costituisce anche l’ultima occasione per visitare la mostra Ecco il gran desco splende. Lo spettacolo del mangiare, con l’accompagnamento degli storici dell’arte di Palazzo Ducale, prima della sua imminente chiusura.

Il ricco programma continua con l’accoglienza degli ospiti nella Sala dei Marchesi, facente sempre parte dell’Appartamento Grande di Castello, per un light dinner, prima che la festa danzante abbia, nella Sala di Manto, inizio.

Faranno da guida sessanta ballerini in costume d’epoca della Società di Danza di Mantova e provenienti da altre sedi italiane, diretti da Gianluca Storchi, che apriranno le danze di gala su musiche degli Strauss e inviteranno i presenti a danzare con ballate tradizionali scozzesi e balli di gruppo del secolo XIX.

Il GranBallo in Manto è promosso dal Museo di Palazzo Ducale, in collaborazione con l’Associazione Culturale Segni d’Infanzia, e intende sostenere la raccolta di fondi a favore dei nuovi percorsi educativi nel Museo per bambini e famiglie, condivisi con l’associazione culturale. Questa iniziativa rientra nel piano strategico della direzione museale, che tra gli obiettivi ha l’ampliamento dell’offerta didattica. Per il prossimo anno scolastico sono già in programmati nuovi percorsi tematici con spettacoli e visite animate ispirati alle figure della famiglia Gonzaga.

 

Informazioni

Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova

tel. 0376 352104 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Prenotazioni

Segni d’Infanzia

tel. 0376 1514016 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Da lunedì 11/9 a venerdì 14/9 10 – 13 e 14.30 - 18.30. Vendita biglietti sul luogo dell’evento a partire dalle ore 19.45.

Biglietto d’ingresso € 45,00 singolo, € 85,00 coppia.

Posti limitati.

 

 

 

 

Leggi tutto...
30/08/17

1° - 3 settembre 2017

 Venerdì 1° settembre 2017

I CIELI STELLATI DEI GONZAGA.
Dalla Sala dello Zodiaco al cielo del Giardino Pensile: viaggio alla scoperta del cosmo

Venerdì 1° settembre ultimo appuntamento con I cieli stellati dei Gonzaga: durante l’apertura serale, a partire dalle 20.15, Renata Casarin e Lara Zanetti dei Servizi Educativi Vi introddurranno nella magia del cielo dipinto nella Sala dello Zodiaco, per scoprire le costellazioni dell’emisfero boreale che il Duca Guglielmo volle dipinte per celebrare il cielo fortunato della sua famiglia.
A seguire i ricercatori Riccardo Furgoni e Fabio Falchi dalle ore 21.00, attraverso un potente telescopio, Vi faranno scrutare il cielo dal Giardino Pensile alla ricerca delle medesime stelle e dei pianeti Giove e Saturno, per immergervi dal punto più elevato del Palazzo nella notte celeste dei Gonzaga.

(Ingresso all'evento con biglietto Corte Vecchia € 6,50, bambini gratuiti, non è richiesta la prenotazione).

IN CASO DI PIOGGIA L’EVENTO SARÀ ANNULLATO

 

Sabato 2 settembre 2017

VISITA GUIDATA CON DEGUSTAZIONE

alla mostra Ecco il gran desco splende. Lo spettacolo del mangiare

In concomitanza con la prossima chiusura della mostra “Ecco il gran desco. Lo spettacolo del mangiare”, allestita nel Castello di San Giorgio, il Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova, in collaborazione e col sostegno del Comitato Meglio Mantova, promuove nel pomeriggio di sabato 2 settembre p.v. la seguente iniziativa:

- visita guidata del Direttore Peter Assmann alla mostra, alle ore 16.00 e alle ore 17.00, max 25 persone per gruppo.

- aperitivo con prodotti locali offerti dalle aziende gastronomiche (Cleca, Levoni, Salumeria Bacchi, Bar Venezia) dai ristoranti (Aquila Nigra, Corte Mainolda, Il Cigno, Quattro Tette) e dalle cantine del territorio mantovano (Gozzi, Ricchi e Virgili) nel cortile del Castello di San Giorgio.

Iniziativa su prenotazione entro venerdì 1 settembre ore 15.00 al numero 0376-352104.

Per informazioni 0376-352104, 339-5836540 mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per partecipare occorre munirsi di biglietto d’ingresso, €12,00 che comprende la visita a tutto il museo.

 

Domenica 3 settembre 2017

PRIMA DOMENICA DEL MESE #domenicalmuseo

INGRESSO GRATUITO e VISITE GUIDATE

Domenica 3 settembre è ancora #domenicalmuseo: la prima domenica del mese si entra gratuitamente in tutti i luoghi d'arte statali!

Il Museo di Palazzo Ducale sarà aperto con i seguenti orari:

- alla mattina (8.15 – 13.30) Castello di San Giorgio con la Camera degli Sposi

- al pomeriggio (13.45 – 19.15) Castello di San Giorgio con la Camera degli Sposi, Corte Vecchia e Corte Nuova, spazio arte contemporanea LaGalleria

 

Orario biglietteria:  8.15 - 18.20

Alle ore 15.00 e 16.00 partiranno le visite guidate ad orario fisso al complesso museale: iscrizioni alla biglietteria al momento dell'ingresso. Costo del servizio guida € 5 a persona.

L’ingresso al Castello di San Giorgio e alla Camera degli Sposi sarà consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili. Ricordiamo che nelle domeniche ad ingresso gratuito non si prendono prenotazioni.

 

 

ESTATE AL MUSEO

Aperture serali fino alle 22.15

Il museo è aperto anche alla sera ogni venerdì fino al 29 settembre 2017 con orario continuato fino alle ore 22.15 (chiusura cassa 21.20)

 

  
ORARI DI APERTURA MESE DI SETTEMBRE

Anche per il mese di settembre saranno mantenuti orari e modalità di visita del mese di agosto e cioè:

 - nei giorni festivi alla mattina (8.15 - 13.30) sarà visitabile il Castello di San Giorgio con la Camera degli Sposi; al pomeriggio (13.45 - 19.15) il Castello di San Giorgio con la Camera degli Sposi, la Corte Vecchia, la Corte Nuova e lo spazio per l’arte contemporanea LaGalleria dalle 14.00 alle 19.00.

 - nei giorni infrasettimanali (martedì – sabato) il museo sarà aperto dalle 8.15 alle 19.15 e sarà visitabile tutto il percorso attualmente aperto al pubblico: il Castello di San Giorgio con la Camera degli Sposi, la Corte Vecchia, la Corte Nuova e LaGalleria spazio arte contemporanea dalle 14 alle 19.

 

 

Leggi tutto...
02/08/17

#attimidigioia

Nel mese di agosto la campagna social del #Mibact @museitaliani ha come tema #attimidigioia #agostoalmuseo: partecipate condividendo opere d'arte che comunichino questo sentimento o la vostra gioia nel scoprire il patrimonio culturale italiano!

La campagna è promossa su tutti i social network del MiBACT, ma ha il suo cuore nel profilo instagram @museitaliani

Leggi tutto...

CercaInformazioni disabiliCalendarioBiglietti