11/08/22

Ferragosto ducale

L'estate - si sa - è occasione per fare viaggi ed esperienze. Per offrire la più ampia possibilità di scelta al suo pubblico, Palazzo Ducale resterà aperto con il consueto orario dalle 8.15 alle 19.15, tutto il weekend di ferragosto compreso lunedì 15 agosto. Ci auguriamo possa essere un motivo in più per venire a visitare le splendide sale della reggia dei Gonzaga, visionare le sue collezioni e passeggiare per i suoi giardini.

Ricordiamo che sabato, domenica (alle ore 10.10, 11.10 e 16.10) e lunedì (alle ore 10.10, 11.10, 12, 15.10 e 16.10) sono programmate visite guidate con partenze a orari fissi. Il servizio costa € 6 a persona e si prenota via call center 041 2411897.

Il Museo Archeologico rimarrà chiuso lunedì 15 agosto.

Per prenotare il biglietto del museo clicca qui.

Leggi tutto...
03/08/22

DENTE DI NARVALO O CORNO DI UNICORNO?

Finalmente è giunto! Fino alla metà del Seicento del narvalo – cetaceo dei mari del nord – non si sospettava l’esistenza, quantomeno in Italia, e la sua lunga zanna che si avvita come un cavatappi, passava per essere il corno del misterioso e mitologico unicorno. Il celebre “monoceros”, del quale si scriveva sin dall’antichità: almeno dal V secolo a.C., quando Ctesia di Cnido, medico di Artaserse II Mnemone re di Persia, scrisse che nell’Indostan – pianura alluvionale percorsa dai fiumi Gange e Indo – viveva questa specie di asino dal vello bianco e dalla testa purpurea sulla quale spiccava un unico corno, bianco nella parte vicina alla testa, nero nella centrale e cremisi verso la punta. Da allora, le descrizioni si moltiplicarono e l’unicorno divenne uno splendido cavallo bianco con un corno in fronte. Secondo altre descrizioni – fermo restando il corno – poteva avere fattezze di asino e persino di caprone. Si affermò stabilmente la tendenza a descriverlo bianco, candido, anche perché l’animale prese un significato simbolico legato alla purezza.

Il corno divenne anche sinonimo di potere. Il “Trono della Consacrazione” dei reali di Danimarca, nel Castello di Rosenborg a Copenaghen, è costruito in gran parte utilizzando questi corni. Essi non potevano mancare neppure nelle corti rinascimentali italiane. Isabella d’Este esibiva nella sua Grotta «una corna di alicorno longa palmi sette e mezo, la quale è posta sopra l’armarii, suso duoi rampini torti de fuora via» e questo corno era stimato il più bello in Europa, assieme all’esemplare in possesso di re Sigismondo di Polonia. Il valore dell’oggetto era legato alla sua rarità, alla sua origine misteriosa, al suo intrinseco valore allegorico e alle sue presunte proprietà terapeutiche. Il corno, infatti, se polverizzato, era ritenuto secondo la medicina del tempo il miglior antidoto possibile contro il veleno.

Anna Visconti (terza moglie di Francesco I Gonzaga) riceveva nel febbraio del 1404 un «petius de alicorno, cum catenella de argento», forse lo stesso finito qualche anno dopo a Paola Malatesta, sposa di Gian Francesco Gonzaga, e descritto come «unum frustrum ossii de unicorno fulcitum argento, cum una chatenela alba», ossia un pezzo d’osso d’unicorno ornato d’argento, con una catenella bianca. Il corno assumeva un significato allegorico e stava a significare l’irreprensibilità morale di colei che lo possedeva. Non per nulla Cecilia Gonzaga fu effigiata in una medaglia di Pisanello accanto a un “liocorno” (altro nome per indicare l’unicorno).

In Palazzo Ducale troviamo almeno tre rappresentazioni della creatura fantastica. Un affresco nel camerino degli Uccelli, in Corte Nuova, databile al 1570 circa; nello stemma della famiglia Petrozzani, sulla campana esafinestrata datata 1593 (corridoio di Santa Barbara) e nell’Età dell’Oro di Sante Peranda, dei primi del Seicento, ora nella sala del Labirinto.

unicorno 020822 camerinouccelli low

Fu nel corso del Seicento che l’oggetto perse progressivamente il suo valore mitico. Il medico danese Olaus Worm spezzò l’incantesimo nel 1655, seguito poi da altri studiosi: gli unicorni non esistono! Si tratta invece del dente del narvalo, un cetaceo che abita i mari del Nord e i cui esemplari maschi possiedono un dente che fuoriesce dal labbro superiore per formare una zanna della lunghezza anche superiore ai due metri. Ma Isabella d’Este non lo sapeva e con lei non lo sapeva nemmeno Ulisse Aldrovandi, celebre naturalista vissuto nel secondo Cinquecento, il quale, nel 1571, vide e descrisse il pezzo mantovano: «Un unicorno della lunghezza di nove palmi ... Fatto a spirale, è scanalato e contorto, di colore bianchiccio». Era dunque lungo 175-180 cm circa.

Queste zanne erano rinvenute spiaggiate sui litorali nordici, di solito senza teschio e carcassa dell’animale, il narvalo. Era quindi incomprensibile la sua origine e questo accresceva il suo valore. Secondo Ambroise Paré, medico del re di Francia, l’unicorno valeva più dell’oro (1582).

Il corno di unicorno, in ogni caso, più volte ammirato e studiato nel corso del Cinquecento e del primo Seicento, era uno dei maggiori vanti della collezione gonzaghesca di “naturalia e mirabilia”, oggi rievocata dall’esposizione permanente ospitata nella Galleria delle Metamorfosi di Palazzo Ducale. La nostra zanna, arrivata pochi giorni fa e già inserita nel percorso di visita del museo, è giunta dopo un lungo viaggio, con tanto di certificati che attestano come l’oggetto non derivi da caccia illecita. Gli Inuit possono cacciare il narvalo da agosto a ottobre e le zanne raccolte possono uscire dal Canada solo per ragioni particolari. Noi crediamo che le autorità canadesi non abbiano potuto resistere al fascino di Isabella d’Este ed ecco quindi che il “suo” corno, lungo proprio 178 cm, ora fa bella mostra di sé fluttuando sulle nostre teste nella Galleria delle Metamorfosi.

Leggi tutto...
02/08/22

Domenica d'agosto al museo

Come tutte le prime domeniche del mese, il 7 agosto sarà possibile entrare a visitare gratuitamente tutti i museo del Ministero della Cultura. Per cui naturalmente anche a Palazzo Ducale e Museo Archeologico Nazionale di Mantova.

Data la grande affluenza prevista, vi consigliamo se possibile di programmare la visita nelle prime ore del mattino, in modo da evitare le code in biglietteria e i periodi più caldi della giornata. Vi ricordiamo che è possibile prenotare l'ingresso alla Camera degli Sposi, fissando l'orario di visita, al prezzo di solo 1 euro.

Vi aspettiamo!

Leggi tutto...
29/07/22

Lunedì 1° agosto siamo aperti

Informiamo i gentili visitatori che lunedì 1° agosto 2022 il museo sarà straordinariamente aperto pur con un percorso ridotto. Sarà infatti possibile, dalle ore 9.45 alle 13.15 (ultimo ingresso ore 12.30), visitare il Castello di San Giorgio con la Camera degli Sposi di Andrea Mantegna e il Museo Archeologico Nazionale con un biglietto speciale di soli € 6. Un'occasione in più per una visita più informale e meno impegnativa a uno dei massimi capolavori del Rinascimento, a una delle più caratteristiche architetture militari del tardo Trecento e a uno dei musei che più di altri racchiude il senso della storia del territorio mantovano.

Potete acquistare il biglietto qui: https://ducalemantova.vivaticket.it/it/event/camera-degli-sposi-museo-archeologico/183692?idt=1287

Vi aspettiamo!

Leggi tutto...
27/07/22

Pisanello. Il tumulto del mondo

La mostra dedicata a Pisanello è pensata in occasione dei 50 anni dall’esposizione curata da Giovanni Paccagnini, con la quale fu presentata una delle più importanti acquisizioni nel campo della storia dell’arte nel XX secolo: la scoperta nelle sale di Palazzo Ducale di Mantova del ciclo decorativo di tema cavalleresco dipinto a tecnica mista intorno al 1430-1433 da Antonio Pisano, detto il Pisanello.

L’esposizione che apre a ottobre, prodotta e promossa da Palazzo Ducale di Mantova, fa parte di un programma di ampia visione e lungo periodo per la valorizzazione dell’opera e della Sala dedicata all’artista, insieme all’attigua Sala dei Papi. Verrà infatti ripensato in maniera permanente l’allestimento dell’intero ambiente (9,50x17,50 m; 3 pareti su 4 hanno svelato anche le sinopie della composizione affrescata; 100 mq in tutto tra affreschi e sinopie) per la miglior fruizione di un ritrovamento eccezionale del patrimonio artistico italiano. 

Il progetto prevede di restituire una leggibilità completa delle pitture, strappate e ricollocate oltre cinquant’anni fa, grazie a un nuovo sistema di illuminazione e a una pedana sopraelevata che per la prima volta pone il visitatore a distanza ravvicinata dalle pareti (oggi il pavimento si trova a una quota più bassa di 110 cm di quando l’opera fu realizzata).

Sono circa 30 le opere esposte, tra cui prestiti internazionali quali i capolavori del Pisanello "La Madonna col Bambino e i santi Antonio e Giorgio" della National Gallery di Londra, per la prima volta in Italia dalla sua “partenza” nel 1862, e i disegni del Museo del Louvre di Parigi; ma anche "L’Adorazione dei magi" di Stefano da Verona dalla Pinacoteca di Brera di Milano e, non da ultimo, la preziosa "Madonna della Quaglia", una tavola giovanile di Pisanello, considerata tra le opere simbolo del Museo di Castelvecchio di Verona, disponibile anche in virtù di un accordo di valorizzazione in essere tra i due Musei sui rapporti artistici tra Verona e Mantova.

L'esposizione sarà accompagnata da un catalogo edito da Electa.

Leggi tutto...
18/07/22

Modifiche al percorso di visita

Mantova diventa una parte rilevante della scenografia del nuovo film di uno dei più importanti registi italiani in attività. Stiamo parlando de "La Conversione" di Marco Bellocchio, che è attualmente in fase di realizzazione. Palazzo Ducale fornirà alcuni dei suoi prestigiosi ambienti per le riprese e per questo motivo nei giorni del 19, 20 e 21 luglio il percorso di visita subirà qualche piccola variazione: verrà chiuso l'Appartamento degli Arazzi consentendo però il passaggio del pubblico attraverso l'Appartamento dell'Imperatrice.

Ci scusiamo per questo piccolo disagio e, certi della Vostra comprensione, Vi ringraziamo per la collaborazione.
A presto!

Leggi tutto...
15/07/22

AAA Catalogatore cercasi

Palazzo Ducale di Mantova ha pubblicato un bando per la ricerca di n.1 figura professionale di catalogatore/archivista per un progetto di digitalizzazione di n. 226 unità archivistiche, completo di regesto e trascrizione integrale delle unità ritenute più significative. Tutte le informazioni sono reperibili alla sezione "bandi e gare" del sito di Palazzo Ducale di Mantova.

Il bando scade il 31 luglio ed è rivolto alle figure professionali dotate di esperienza nel settore con diploma di laurea magistrale in Lettere, Storia dell'Arte, Architettura, Conservazione dei Beni Culturali, Archivistica e biblioteconomia, oppure equipollenti.

Per tutti i dettagli, clicca qui

---

Presso l’Archivio Storico d’istituto sono stati individuati materiali archivistici inerenti il periodo della Grande Guerra, meritevoli di studio e valorizzazione: la documentazione selezionata (anni 1915-1922 circa) riguarda interventi provvisionali adottati dall’Ufficio in vista dell’entrata in guerra dell’Italia, mirati alla protezione dei beni immobili e mobili afferenti al Museo, e iniziative promosse dal Museo stesso al fine di proteggere e recuperare, al termine delle operazioni belliche, beni ad esso affidati anche da altri enti cittadini. Parte della documentazione reperita riguarda inoltre le missioni di recupero dell’ispettore Guglielmo Pacchioni finalizzate al rientro da Vienna di beni di provenienza veneta e friulana.

Leggi tutto...
15/07/22

Lunedì 18 luglio apertura straordinaria

Un lunedì al mese per ampliare le possibilità di accesso alle meraviglie di Palazzo Ducale. Con un percorso che si snoda nel Castello di San Giorgio, dove è collocata la splendida Camera degli Sposi di Andrea Mantegna, i visitatori potranno fruire dell'esperienza museale anche durante un giorno di tradizionale chiusura per i musei statali.

Durante i lunedì del 18 luglio, 1° agosto, 19 settembre e 17 ottobre 2022, il Castello di San Giorgio e il Museo Archeologico Nazionale saranno infatti aperti in via straordinaria dalle ore 9.45 alle 13.15 (ultimo ingresso ore 12.30) con un biglietto di soli € 6.

Vi aspettiamo!

Leggi tutto...
12/07/22

Assemblea dei sindacati

Si avvisano i gentili visitatori che mercoledì 13 luglio dalle ore 13 alle 15 si svolgerà un'assemblea unificata delle sigle sindacali. Durante tale fascia oraria sarà possibile che si verifichino alcuni disservizi rispetto all'offerta museale come chiusura momentanea di parti del palazzo per mancanza di personale. Ci scusiamo per l'eventuale disagio e assicuriamo che il percorso di visita verrà ripristinato non appena possibile.

Grazie per la collaborazione e buona visita!

Leggi tutto...
24/06/22

Concerti in piazza Sordello

In occasione dei concerti estivi organizzati dal Comune di Mantova in piazza Sordello potranno esserci alcuni piccoli disagi per i visitatori di Palazzo Ducale e Museo Archeologico Nazionale. La piazza infatti sarà transennata e sarà consentito transitare soltanto attraverso gli appositi passaggi.

Il calendario dei concerti è il seguente: 29 giugno, 1, 5, 8, 9 e 13 luglio.

Nei giorni indicati la biglietteria del museo chiuderà in anticipo (alle ore 17 il 29 giugno, alle 18 tutti gli altri giorni menzionati). Sarà naturalmente possibile entrare nei musei utilizzando il servizio printaathome, ovvero stampando direttamente il biglietto da casa. Sarà predisposta apposita segnaletica per dare indicazioni ai visitatori su come raggiungere l'ingresso e i luoghi di interesse nel periodo in cui la piazza sarà occupata dagli allestimenti.

Al termine del percorso museale di Palazzo Ducale, durante l’orario di chiusura di piazza Sordello, il pubblico uscirà da piazza Lega Lombarda attraverso l’atrio degli Arcieri.

Vi ringraziamo per la collaborazione: a presto!

Cartelli concerti piazza Sordello 01 3

Leggi tutto...
20/06/22

Venerdì 24 giugno

Con l'avvio dell'estate la cultura si attrezza per adeguarsi al ritmo delle lunghe giornate di sole. Palazzo Ducale di Mantova presenta il suo programma di aperture straordinarie serali accompagnato da iniziative e visite guidate, per un’esperienza museale insolita e suggestiva.

VENERDÌ 24 GIUGNO 2022
Alle ore 17.30 il direttore di Palazzo Ducale Stefano L’Occaso presenterà due volumi: Marco Venturelli “L’ippopotamo dei Gonzaga” e “Naturalia e Mirabilia. Scienze alla corte dei Gonzaga” (Atrio degli Arcieri, ingresso gratuito). Lo stesso giorno, alla sera, il museo rimarrà aperto fino alle ore 22.15 (ultimo ingresso ore 21.30).

Alle 20.30 la funzionaria storica dell’arte Giulia Marocchi condurrà una visita guidata dedicata alla Galleria delle Metamorfosi (ore 20.30, costo € 5, ritrovo in biglietteria, iscrizioni tramite modulo online qui sotto). 
Per iscriversi alla visita guidata compilare il modulo online 
o chiamare al tel. 0376 352100 (attivo dal martedì al sabato dalle ore 9 alle 13)

---

Un lunedì al mese fino a ottobre, dalle ore 9.45 alle 13.15 (ultimo ingresso ore 12.30) il Castello di San Giorgio e il Museo Archeologico Nazionale saranno aperti con un biglietto di soli € 6. Un’occasione ulteriore per ammirare la straordinaria raffinatezza delle pitture murali della Camera degli Sposi con uno sforzo economico davvero minimo. Il calendario di questi lunedì di apertura straordinaria è il seguente: 20 giugno, 18 luglio, 1° agosto, 19 settembre e 17 ottobre. Una visita guidata con partenza alle ore 10.30 (costo € 6, ritrovo in biglietteria) completa l’offerta culturale per questi appuntamenti.

Il programma delle aperture straordinarie di Palazzo Ducale si concluderà con l’apertura serale durante i giorni di Festivaletteratura (dal 7 al 10 settembre) nelle consuete modalità, fino alle ore 22.15 con ultimo ingresso alle 21.30.

Leggi tutto...
14/06/22

Percorsi didattici per l'archeologia

In occasione delle Giornate Europee dell'Archeologia, il Museo Archeologico Nazionale organizza nel weekend due percorsi didattici dedicati alle famiglie.

GIORNATE EUROPEE DELL'ARCHEOLOGIA 2022

Sabato 18 giugno 2022, ore 15:30 e ore 17:00 – Museo Archeologico Nazionale di Mantova
Le sepolture raccontano
A cura dei servizi Educativi - Biglietto € 5,00, ritrovo adiacenze biglietteria sotto i portici di piazza Sordello.
Iscrizione tramite modulo online oppure chiamando il tel. 0376 352100 (attivo dal martedì al sabato dalla ore 9 alle 13.30)

Da sempre l'uomo ha riservato una grande attenzione ai rituali di sepoltura, mostrando sia rispetto per i propri cari defunti sia l’idea di una vita oltre la morte, a rendere meno doloroso il distacco. Ogni tempo e ogni cultura ha le proprie pratiche e i propri riti che gli archeologi riconoscono e ricostruiscono. Ma c'è di più. Il defunto è accompagnato da oggetti che gli sono appartenuti in vita e che in qualche modo ci dicono qualcosa di lui.
Alle 15:30 la visita sarà dedicata ai bambini che potranno scoprire le sepolture più antiche esposte nel museo e immaginare le vite delle persone defunte tramite i loro oggetti.
Alle 17:00 lo stesso tema sarà affrontato in una visita dedicata ad adulti.

Domenica 19 giugno 2022, ore 15:30 e ore 17:00 – Museo Archeologico Nazionale di Mantova
Vivere al tempo dei Romani
A cura dei servizi educativi - Biglietto € 5,00, ritrovo adiacenze biglietteria sotto i portici di piazza Sordello.
Iscrizione tramite modulo online oppure chiamando il tel. 0376 352100 (attivo dal martedì al sabato dalla ore 9 alle 13.30)

I reperti conservati al Museo Archeologico Nazionale di Mantova offrono uno spaccato della vita in città e nel territorio al tempo dei Romani sotto molteplici aspetti. I monumenti funebri ci parlano degli abitanti evidenziando il loro prestigio personale, mentre altri manufatti ci permettono di fare un viaggio nella loro realtà quotidiana. Si tratta di oggetti uso domestico, come le lucerne o i pesi da telaio per la produzione dei tessuti, gioielli, reperti legati alla religione. Seguendo queste tracce si potrà immaginare una giornata al tempo dei Romani.
Alle 15:30 la visita sarà dedicata ai bambini, mentre l’appuntamento delle 17:00 è rivolto agli adulti.

Leggi tutto...
13/06/22

I marmi antichi di Palazzo Ducale

Per le Giornate Europee dell’Archeologia, venerdì 17 giugno è prevista una visita guidata a cura della funzionaria storica dell’arte Michela Zurla dedicata alla collezione di marmi antichi di Palazzo Ducale (ore 20.30, costo € 5, ritrovo in biglietteria).

Il rapporto con l’antico è stato un aspetto fondamentale del collezionismo gonzaghesco, insieme fonte di ispirazione etica ed espediente di nobilitazione della propria casata.

Iscrizione obbligatoria tramite modulo online QUI oppure via telefono 0376 352100 (numero attivo dal martedì al sabato dalla ore 9 alle 13.30).

Leggi tutto...
09/06/22

Venerdì 10 Giugno: eventi e aperture

Con l’estate ormai alle porte, anche la cultura si attrezza per adeguarsi al ritmo delle lunghe giornate di giugno. Palazzo Ducale di Mantova presenta un primo assaggio del suo programma di aperture straordinarie serali accompagnate da iniziative e visite guidate, per un’esperienza museale insolita e suggestiva.

Venerdì 10 Giugno 2022
Apertura dalle ore 8.15 alle 22.15 (ultimo ingresso alle ore 21.20) con visita guidata alle ore 19.30 (costo € 6, ritrovo in biglietteria, iscrizioni tramite call center 041 2411897)

ore 17.30
Conferenza a ingresso libero, Atrio degli Arcieri (accesso da piazza Lega Lombarda)
Le Meraviglie del mondo. Animali, fiori e altre curiosità esotiche nella corrispondenza Gonzaga
A cura di Daniela Sogliani - Fondazione Palazzo Te

ore 20.30
Visita guidata. Biglietto € 5,00, ritrovo di fronte alla biglietteria
La Galleria delle Metamorfosi dietro le quinte
A cura di Sara Scatragli - Funzionario Restauratore di Palazzo Ducale
PER ISCRIZIONI CLICCA QUI

e

Percorso didattico. Biglietto € 5,00, ritrovo di fronte alla biglietteria
Alla scoperta delle Gallerie delle Metamorfosi
A cura di Lara Zanetti - Servizi Educativi di Palazzo Ducale
PER ISCRIZIONI CLICCA QUI

Leggi tutto...
04/06/22

Addio a Daniela Ferrari

Sabato 4 giugno ci ha lasciati Daniela Ferrari, già direttrice dell'Archivio di Stato cittadino, fino al 2015, grande animatrice della cultura mantovana. La sua incredibile energia, le grandi doti di studiosa e il rigore filologico hanno caratterizzato la sua attività professionale, eccezionale per la quantità e la qualità degli studi, che hanno spaziato per cronologia e argomenti, portando preziosi contributi alla storia di Palazzo Ducale.

Fu lei a pubblicare le planimetrie settecentesche della reggia e anche l'edizione critica di preziosi documenti: da quello della "Magna curia" del 1340, all'inventario del 1540-1542. Fu ancora lei a curare (1992) l'edizione critica di tutti i documenti relativi a Giulio Romano. Il funerale è previsto per la mattina di martedì 7 giugno.

Grati per la sua amicizia, ci stringiamo con affetto intorno alla famiglia.

Leggi tutto...
25/05/22

Domenica gratuita al museo

Il 5 giugno 2022 è la prima domenica del mese: su iniziativa del Ministero della Cultura sarà possibile entrare gratuitamente in tutti i musei statali. Data la massiccia affluenza prevista, vista anche la concomitanza con l'ultima giornata del festival di musica da camera "Trame Sonore", consigliamo di prenotare la propria visita e di presentarsi con un certo anticipo per evitare spiacevoli ritardi rispetto all'orario d'ingresso fissato. Consigliamo inoltre di programmare la propria visita nelle ore meno affollate della giornata, orientandosi se possibile verso le prime ore del mattino (dalle 8.20 alle 9.30 circa).

Ricordiamo inoltre che è disponibile un servizio di visita guidata con partenza ad orario fisso al costo di € 6 per persona nelle seguenti fasce orarie:
ore 10.10, 11.10, 15.10 e 16.10 (prenotazione tramite call center 041 2411897)

Il nuovo servizio di audioguida tramite smartphone, comprensivo di auricolari, prevede due percorsi ("Capolavori", € 4,5 e "Famiglie", € 10)

Vi ringraziamo per l'affetto dimostrato verso Palazzo Ducale e Museo Archeologico Nazionale di Mantova nelle precedenti domeniche gratuite e, aspettandovi numerosi, vi auguriamo una buona visita!

 

Leggi tutto...

CercaInformazioni disabiliCalendarioBiglietti