Main menu

L'Università di Colonia al Ducale

Grazie a una prestigiosa collaborazione con l’Università di Colonia, la collezione statuaria conservata presso Palazzo Ducale è oggetto in questi giorni di un minuzioso lavoro di catalogazione. Il Prof. Dietrich Boschung e la sua squadra di collaboratori (il Jun. Prof. Thoralf Schröder, la Dott.ssa Caterina Parigi, il fotografo Philipp Gross e le studentesse Lisa Schadow e Elise Tacconi) stanno procedendo con l’analisi degli oltre duecento pezzi – tra cui molti busti databili tra il I secolo a.C. e il III secolo d.C. – per realizzarne una schedatura analitica. Questo lavoro confluirà nel progetto Arachne, la banca dati centralizzata online dell’Istituto Archeologico Germanico (DAI) e dell’Istituto di Archeologia dell’Università di Colonia, uno strumento di ricerca gratuito per l’archeologia e le scienze dell’antichità classica, con cui visionare velocemente oggetti e contesti in centinaia di migliaia di schede.

DSC 0048m low

“La collezione è davvero interessante – ci racconta Caterina Parigi – ci sono marmi greci, utilizzati per le sculture, e molti pezzi “rilavorati”. Nel Rinascimento, infatti, si era soliti riusare busti classici ai quali si sostituivano alcune parti per adattarli a nuove committenze. Questa prassi di modificare e integrare le opere della classicità è perdurata fino all’Ottocento”.

DSC 0051m low

Prima di questa collaborazione con Palazzo Ducale, l’equipe del Prof. Boschung ha lavorato alla schedatura delle prestigiose collezioni dei Musei Vaticani e del Pergamon Museum di Berlino, che sono tra le più importanti al mondo. La collezione conservata a Palazzo Ducale verrà dunque studiata in maniera analitica e inserita in un circuito europeo. Il progetto durerà circa due anni e rappresenta un modo per promuovere un pezzo superstite di quella sontuosa collezione di opere d'arte che la famiglia Gonzaga fu in grado di raggruppare a Mantova durante gli anni del suo più fulgido splendore.

DSC 0056m low

Pin It

CercaInformazioni disabiliCalendarioBiglietti