Main menu

Messer Iulio nostro charissimo

“Messer Iulio nostro charissimo. Le fabbriche di Giulio Romano a Palazzo Ducale”
a cura di Andrea Adami, Luigi Fregonese, Antonio Mazzeri, Luigi Spinelli e Carlo Togliani

Presso il Corridoio del Passerino lungo il percorso museale di Corte Vecchia, ingresso da piazza Sordello con biglietto del museo (dal martedì alla domenica, ore 13.45-19.15)

La mostra approfondisce, con un ricco apparato di materiali d'archivio, i temi architettonici degli interventi giulieschi sulla fabbrica di Palazzo Ducale: la Rustica, Corte Nuova con la stupefacente Sala di Troia e la Loggia dei Marmi, ideata per accogliere la portentosa collezione d'arte dei Gonzaga, passando per la Palazzina della Paleologa e la concezione del Cortile della Cavallerizza, a rinsaldare il legame tra le varie fabbriche. E' proprio grazie alla capacità progettuale del Pippi che il complesso gonzaghesco trova, pur nella sua ampiezza, una sua concezione unitaria. Se oggi Palazzo Ducale è concepibile come un unico "fatto urbano" (per dirla con Aldo Rossi), è grazie agli interventi impostati nel corso del Cinquecento che intendevano ricucire le varie fabbriche gonzaghesche in una sintesi organica e che trovarono realizzazione concreta grazie alla mano dell'allievo di GIulio Giovan Battista Bertani.

 

Pin It

CercaInformazioni disabiliCalendarioBiglietti