Main menu

Sandra Rossi ospite al Ducale

Giovedì 14 febbraio Sandra Rossi, direttore del Museo dell'Opificio delle Pietre Dure di Firenze, sarà ospite del Complesso museale Palazzo Ducale di Mantova. Alle ore 15.30 la studiosa accompagnerà il pubblico in visita guidata alla mostra allestita nel Castello di San Giorgio Pietre colorate molto vaghe e belle. Arte senza tempo dal Museo dell'Opificio delle Pietre Dure (allestita sino al 31 marzo, a cura di Sandra Rossi, Peter Assmann, Anna Patera, con la collaborazione scientifica di Riccardo Gennaioli). 
Per prenotazioni (ingresso con biglietto d'ingresso al Museo, percorso di Corte Nuova e Castello di San Giorgio): tel. 0376 352100, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

A seguire, alle ore 17.30, nell'Atrio degli Arcieri sarà presentato il nuovo volume di Sandra Rossi, "Giorgione, Sebastiano del Piombo e Tiziano a Venezia. La diagnostica: conoscere per valorizzare" (Universitas Studiorum, 2018). L'autrice, introdotta dal direttore Peter Assmann, dialogherà con la storica dell'arte Paola Artoni, responsabile del Centro Laniac dell'Università di Verona.

Con "Giorgione, Sebastiano del Piombo e Tiziano a Venezia" Sandra Rossi ci porta nel vivo della prassi operativa delle botteghe pittoriche veneziane del primo Cinquecento, con i loro elementi di continuità tradizionale e con le importanti novità come l'introduzione della pittura a olio. Dall'acquisto alla preparazione dei colori, dall'organizzazione del lavoro al ruolo del disegno, anche il lettore non addetto ai lavori ha il privilegio di essere introdotto nel momento cruciale dell'affermarsi della "Maniera moderna" nella città lagunare, quando pensiero e azione concorrono alla creazione di capolavori fondamentali della cultura occidentale. Concentrandosi sulle figure di Giorgione, Sebastiano del Piombo e Tiziano, l'autrice incrocia con competenza i trattati sulla pittura, dati archivistici e storico artistici e i risultati di vastissime campagne di indagini scientifiche  e di restauro condotte nei decenni dal Laboratorio della Misericordia di Venezia.

Il volume, introdotto dalle prefazioni di Loredana Olivato e Paola Marini, è pubblicato da Universitas Studiorum nella collana "Esercizi d'arte" diretta da Paola Artoni

© foto di Giannicola Battaini, tutti i diritti riservati

Sandra Rossi si è laureata in Conservazione dei Beni Culturali all'Università di Udine, specializzata in Storia dell'arte moderna nella stessa università e ha conseguito il dottorato di ricerca all'Università di Verona. Direttore del Museo dell'Opificio delle Pietre Dure, è stata curatore scientifico delle Gallerie dell'Accademia di Venezia. Insegna arte moderna alla Scuola di formazione del Ministero. Ha curato numerose mostre di pittura veneta e, in particolare, il catalogo Giorgione. "Le maraviglie dell'arte". Autrice di importanti pubblicazioni scientifiche su Carpaccio, Cima da Conegliano, Bellini e Tiziano, ha tenuto numerose conferenze e interventi in Italia e all’estero, tra cui alla Scuola normale di Pisa e al Museo del Prado.

Pin It

CercaInformazioni disabiliCalendarioBiglietti