Main menu
Giorno precedente Venerdì, Maggio 10, 2019 Giorno successivo
10/05/2019

HERMANN NITSCH / KATHARSIS

"[...] Oggi, la maggior parte delle persone ha paura della vita quanto teme la morte. [...] Non si vive veramente con intensità. Ci si preoccupa con troppa attenzione di non consumarsi, ma la gente muore un po' ogni giorno. Io credo nell'intensità."
Hermann Nitsch

Da una collaborazione tra Moz-Art, Atelier Hermann Nitsch, Nitsch Foundation di Vienna e Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova, con il supporto della Galleria Boxart di Verona, nasce una straordinaria opportunità per il pubblico italiano: la chance di visionare, all’interno della prestigiosa cornice della reggia gonzaghesca mantovana, un nucleo rappresentativo di opere dell’O.M. Theater di Hermann Nitsch che offre una visione potente e comprensiva dell’opera dell’artista. Un’esperienza in dialogo tra arte contemporanea e i preziosi tesori artistici del passato conservati all’interno delle Sale di Guastalla, nel medievale Palazzo del Capitano del complesso museale di Palazzo Ducale di Mantova. Dettagli
10/05/2019

Messer Iulio nostro charissimo. Le fabbriche di Giulio Romano a Palazzo Ducale

“Messer Iulio nostro charissimo. Le fabbriche di Giulio Romano a Palazzo Ducale”
a cura di Andrea Adami, Luigi Fregonese, Antonio Mazzeri, Luigi Spinelli e Carlo Togliani
Conferenza in Atrio degli Arcieri alle ore 10, a seguire presentazione della mostra presso il Corridoio del Passerino
Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova

Presso il Corridoio del Passerino lungo il percorso museale di Corte Vecchia, ingresso da piazza Sordello con biglietto del museo

Dettagli
10/05/2019

DISPLACED - Storie in movimento

Dal 18 maggio fino al 6 ottobre 2019, negli spazi del secondo piano del Museo Archeologico del Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova, va in mostra “DISPLACED / Storie in movimento” con la serie “EXILES” dell’artista austriaca Xenia Hausner. Inaugurazione venerdì 17 maggio ore 17

Con questa mostra l’arte incontra l’archeologia, offrendo due punti di vista diversi per osservare l'instabilità della condizione umana. Da un lato i dipinti di Xenia Hausner, istantanee di addii che inquadrano volti e braccia tese di donne e uomini affacciati al finestrino di un treno in partenza. Dall’altro l’archeologia che racconta la storia del Mantovano, da millenni crocevia di culture diverse, di uomini e donne in cammino. Un percorso ricco di suggestioni che getta un ponte tra emozioni antiche e contemporanee.

#womeninculture

---

Note biografiche su Xenia Hausner:
“It is not even my goal to present clear solutions, but to be precise in fragments.”
(Il mio scopo non è dare soluzioni chiare, ma essere esatta nella rappresentazione dei frammenti)
“My pictures tell stories that elude a straightforward reading.”
(I miei dipinti raccontano storie che eludono interpretazioni univoche)

Xenia Hausner è nata in una famiglia di artisti. Suo padre era il pittore austriaco Rudolf Hausner, le sue sorelle sono la cineasta Jessica e la costumista Tanja Hausner. Dal 1972 al 1976 studia scenografia all'Academy of Arts di Vienna e alla Royal Academy of Dramatic Art di Londra. Dal 1977 al 1992 ha disegnato scenografie per teatro e opera al Burgtheater di Vienna, a Covent Garden a Londra, al Teatro della Monnaie di Bruxelles. Dal 1992 Xenia Hausner ha lavorato esclusivamente come pittrice e ha partecipato a innumerevoli mostre in patria e all'estero. Vive e lavora a Berlino e Vienna.

Dettagli

CercaInformazioni disabiliCalendarioBiglietti